I grandi negozi online come Amazon stanno diventando sempre più forti, raggiungendo con il loro ritmo di crescita, livelli senza precedenti.
Tuttavia, ci sono dei dati statistici un po’ sconcertanti per alcuni venditori. Il recente rapporto condotto da Shop.org e Forrester Research ha rivelato un aspetto sorprendente: nel 2015 le vendite online non sono cresciute e hanno mantenuto un andamento costante, per circa il 17 % dei 195 rivenditori intervistati.
Questo non sembra essere un dato particolarmente negativo fino a quando non lo si confronta con il report del 2014 in cui emerge un andamento costante delle vendite per il solo 3% degli intervistati.
Per il 2016 l’andamento dipenderà unicamente dalla capacità dei venditori di aumentare il loro tasso di conversione e di ritagliarsi una fetta di mercato difendendosi così dai giganti come Amazon.

il tasso di conversione nel 2016
Come fare? Lo scorso anno Amazon ha introdotto delle nuove tecnologie innovative che insieme alla disponibilità di risorse farebbero ingelosire qualsiasi altro rivenditore.
Il modo migliore per aumentare le vendite è semplice: è molto importante rendersi riconoscibili agli occhi dei consumatori, distinguendosi dai competitor. Sicuramente più facile a dirsi che a farsi.

Il segreto per distinguersi dalla concorrenza è: proporre delle offerte uniche, adottare degli ottimi prezzi e avere un eccellente servizio clienti.

Vediamo come fare.

Definizione del il tasso di conversione

Con questo termine indichiamo il rapporto tra le vendite di un sito e il traffico, in termini di sessioni, per un dato periodo di tempo. Il tasso di conversione è dunque una delle più importanti metriche di un negozio ecommerce, perché ne sintetizza il successo economico in rapporto agli sforzi commerciali.

Ottimizzare l’assortimento

Se sei l’unico venditore di un determinato prodotto, naturalmente non avrai problemi ad essere il punto di riferimento dei consumatori interessati e quindi ad avere un buon tasso di conversione.

Ma come avere un assortimento unico di prodotti? La risposta è in due parole: intelligenza competitiva.
Sfrutta l’intelligenza competitiva ad esempio per farti trovare più facilmente rispetto ai tuoi concorrenti.
Utilizza l’intelligenza competitiva per far trovare più facilmente i tuoi prodotti rispetto a quelli dei tuoi concorrenti.
In questo modo è possibile far conoscere quali sono i prodotti che hai unicamente tu, e da cui puoi trarre vantaggio a proposito di strategie promozionali e di marketing. Acquista parole chiave collegate a questi prodotti così da sfruttare il traffico dei motori di ricerca.

È inoltre possibile utilizzare questi dati per capire in quale periodo è più utile adottare dei prezzi più competitivi. Lo stesso prodotto rispetto quello dei concorrenti ottiene maggiore attenzione quando si confrontano i prezzi.
Se si è particolarmente influenzati dai concorrenti questo aspetto si riflette sicuramente sui prezzi e sul tasso di conversione.

Ottimi prezzi & politiche di reso

I prezzi e le condizioni di acquisto (trasporto, reso ecc..) sono tra gli strumenti più importanti che i venditori possono utilizzare per far leva sul potere decisionale dei consumatori.

Infatti non sempre avere il giusto prezzo significa avere il prezzo più basso del mercato. Un prodotto con un prezzo più alto, ma con una politica di reso o con un prezzo di trasporto più conveniente, può essere più vantaggioso rispetto a un prodotto con un prezzo economico ma con delle politiche d’acquisto poco efficaci.
Adottare dei prezzi competitivi però è utile quando si ha molti competitor.
Circa il 65 % degli acquirenti spende in media 15 minuti cercare e confrontare i prodotti in base al prezzo migliore.
Molte volte avere il prezzo più basso e quindi più competitivo non è possibile, ed è in questi casi che entrano in gioco le politiche di reso e i costi di trasporto.
Circa l’82 % degli utenti sono interessati a non avere spese di trasporto, mentre l’ 88 % sarà interessata alle vostre politiche di reso.

spedizione gratuita
Nessuno è interessato a pagare un extra per qualcosa come il trasporto, che di fatto non ha nulla a che fare con la qualità del prodotto che si acquista ma è un costo del servizio.

Controllate i margini e inglobate nel prezzo i costi di trasporto, visto e considerato che il 43% degli acquirenti aggiungerà più volentieri al carrello un prodotto con la spedizione gratuita. In questo semplice modo vedrete in breve un immediato ritorno sul tasso di conversione.

Servizio assistenza clienti

Amazon è noto per avere uno tra i migliori servizi clienti. Quasi come una chat live, d’aiuto ai clienti durante le loro fasi d’acquisto. Con questo servizio è possibile rispondere a qualsiasi richiesta, per ottenere informazioni che non sono contenute nella descrizione del prodotto.
Un successo la chat live che molti esercenti hanno copiato. Sono necessarie nuove tecniche per migliorare il servizio clienti online.
Alcuni venditori online si sono dimostrati indispensabili per i clienti, aiutandoli durante le operazioni di acquisto, offrendo loro la possibilità di provare i prodotti prima di finalizzare l’acquisto.

Questa modalità di vendita assistita sarà un elemento premiante nelle vendite al dettaglio nel 2016. I primi che adotteranno queste tecniche saranno avvantaggiati rispetto a chi arriverà in ritardo, quindi assicuratevi di mettervi in gioco e abbracciate l’innovazione. Così facendo riuscirete a distanziare un po’ la concorrenza.

L’e-commerce è in continua crescita, ma se le vendite non crescono è indice che i giganti del commercio elettronico stanno diventando sempre più grandi mentre i piccoli shop online sopravvivono come meglio riescono. Per tutti questi è tempo di riprendersi il proprio spazio e di puntare sul tasso di conversione. Non lasciate nulla di intentato per migliorare l’esperienza d’acquisto sul vostro sito.