Tel: 011. 58 06 034 | E-Mail: info@ne-ws.it | Contatti

Couponing, social shopping e problematiche legali

La Web Agency a Torino e Milano specializzata da 20 anni in soluzioni e-Commerce Magento, Consulenza SEO, Digital Marketing e Realizzazione Siti Web

Couponing, social shopping e problematiche legali

couponing social shopping

Ristoranti, pacchetti-benessere, oggetti di consumo e viaggi e soggiorni in Italia e all’estero. Sono solo alcuni dei prodotti che i consumatori italiani comprano sui siti di couponing e social shopping, i vari Goupon, Groupalia, Let’s Bonus, Click and Deal.

Si tratta di un fenomeno in costante crescita (vedi nostro articolo), che punta ad accrescere il potere d’acquisto del consumatore sulla base del principio che “l’unione fa la forza”: se tante persone sono interessate allo stesso oggetto (o servizio, o viaggio), possono unirsi tra loro così da presentare al venditore un unico complessivo ordine che, dato il numero alto di clienti concentrati nello stesso periodo, determina uno sconto quantità.
L’affare, però, a volte non é tale e si trasforma in un problema. Accade che il pc ordinato arriva dopo settimane o arriva con caratteristiche differenti da come richiesto. E altre volte non arriva proprio, e farsi rimborsare diventa una fatica. Sempre più spesso chi acquista un coupon per un a cena o un soggiorno viene trattato come un cliente di serie B oppure viene rimandato di mese in mese per mancanza di posto.

Il problema è in crescita e ha richiesto l’intervento dell’associazione dei consumatori Adiconsum, che ha attivato due caselle di posta elettronica (ecommerce@adiconsum.it e socialshopping@adiconsum.it) per raccogliere segnalazioni.

Ma quali sono i risvolti legali degli acquisti sui siti di couponing ? Va subito chiarito che si applica la disciplina delle vendite a distanza, così come disposta dal Codice del Consumo: qualsiasi controversia insorga in merito ai problemi sopra indicati il venditore sarà l’unico interlocutore responsabile nei confronti dei consumatori. Dunque il consumatore può esercitare il diritto di recesso entro 10 giorni lavorativi che decorrono dal giorno del ricevimento del bene o, per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto (ricevimento del voucher).

Il diritto di recesso è escluso nei contratti relativi all’alloggio, ai trasporti, alla ristorazione, al tempo libero (quando all’atto della conclusione del contratto il professionista si impegna a fornire tali prestazioni ad una data determinata o in un periodo prestabilito) e nei contratti di fornitura di generi alimentari, bevande o altri beni per uso domestico di consumo corrente.

Quando viene esercitato il recesso il sito di Social Shopping deve restituire la somma versata dal consumatore entro 30 giorni. In caso di mancata esecuzione del servizio acquistato per indisponibilità, anche temporanea, del bene o del servizio richiesto, il sito di social shopping interessato deve informare entro 30 giorni il consumatore e provvedere al rimborso delle somme da lui già versate. Quindi è buona norma inviare un reclamo tramite raccomandata a/r al sito di social shopping e, per conoscenza, all’azienda partner prescelta chiedendo il rimborso e/o il risarcimento per eventuali inadempienze.

Ne.W.S. New Web Solutions srl, specializzata da oltre 12 anni nelle realizzazione di siti e-commerce, può supportare le aziende che intendono aprire siti di couponing a ridurre i rischi derivanti dalla perdita di fatturato per inadempimenti dei partner selezionati per il social shopping.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Centro impostazioni Privacy

Cookie Necessari

Questo cookie è necessario per permettere agli utenti di navigare su questo sito.

PHPSESSID

Advertising

Cookie Analitici

Questi cookie servono per monitorare l'utilizzo del sito ed elaborare delle statistiche al fine di migliorare l'usabilità del sito.

_ga,_gat

Other