Tel: 011. 58 06 034 | E-Mail: info@ne-ws.it | Contatti
coupon-groupon

Un esempio di come NON fare il couponing

La Web Agency a Torino e Milano specializzata da 20 anni in soluzioni e-Commerce Magento, Consulenza SEO, Digital Marketing e Realizzazione Siti Web

coupon-groupon

Un esempio di come NON fare il couponing

Abbiamo appena parlato delle luci e delle ombre sei siti di couponing (vedi articolo). Vediamo oggi un esempio di come un esercente NON dovrebbe gestire le politiche di promozione tramite couponing, per evitare di scontentare ed allontanare il pubblico.

coupon groupon

Abbiamo trovato un’interessante offerta su Groupon, intitolata: “Scarpe Griffate da uomo o donna a 29,90 euro invece di 95. spedizione gratuita”.

Incuriositi la selezioniamo e dopo il pagamento ci arriva sulla posta elettronica un bel coupon che alleghiamo (figura 1), con indicato ben visibile “Valore del coupon 95 euro”.

Tutto come previsto: ci aspettiamo che dalla cifra che spenderemo ci verranno scalati 95 euro o che al limite il prodotto che sceglieremo verrà venduto a 29,90 euro. Così direbbe logica. Ma le cose vanno diversamente.

Una volta scelto il prodotto che ci interessa, del prezzo di 126 € (figura 2), appichliamo il nostro coupon, aspettandoci che – come detto – il prezzo diventi o 29,9 € o 31 €. Niente di puù sbagliato.

spence

Nella figura 3 è evidenziato il prezzo proposto, di 96,1 € pari a 126 – 29,9 €.

L’utente accorto fa due calcoli e si accorge che non è stato applicato nessuno sconto: invece di pagare 126 € sul sito di scarpe, si trova a pagare la stessa cifra suddivisa tra il sito e Groupon, senza nessun vantaggio dall’uso del coupon.

Posto che le offerte possono essere strutturate in tanti modi, ci pare sicuramente fuorviante che l’utente, attratto dal messaggio iniziale “Scarpe Griffate da uomo o donna a 29,90 euro invece di 95. spedizione gratuita” e che riceve un coupon intitolato “Valore del coupon 95 euro”, debba alla fine pagare la stessa cifra che avrebbe pagato senza coupon.

spence

Esse vanno segnalate affinchè gli esercenti si rendano conto che l’uso delle promozioni tramite coupon non può essere distorto fino al punto di attirare con la promessa di sconti esistenti i potenziali consumatori.

La lungimiranza non è una qualità diffusa, ma chi decide di proporre i propri prodotti o servizi tramite il copuponing deve sempre tenere in mente che ingannare il consumatore nel lungo periodo non porta alcun beneficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.