La Web agency a Torino e Milano specializzata in e-commerce, siti web e consulenza SEO

Ebay sperimenta Bill Me Later, il prestito online pensato per l’e-commerce

bill me later Uno degli ostacoli che influenza lo sviluppo dell’e-commerce è l’impossibilità di accertarsi della conformità dell’oggetto acquistato, con pagamento anticipato, fino al momento della consegna. Per cercare di invogliare all’acquisto in rete la fetta di consumatori più diffidenti, eBay ha lanciato un proprio sistema di prestito, in collaborazione con PayPal.

Lo scopo di Bill Me Later (“Pagami dopo”) è quello di posticipare il pagamento dell’oggetto fino a quando esso non sarà tra le mani dell’acquirente. La soluzione di pagamento tramite Bill Me Later, ad oggi non ancora disponibile per gli utenti del sito italiano, potrà essere scelta al momento dell’acquisto: alla spedizione il sistema allegherà una fattura destinata all’acquirente, che una volta ricevuto il pacco potrà decidere di rimborsare la cifra in un’unica soluzione o in più rate.

All’estero, dove è già attivo da diversi anni, il prestito targato eBay ha molto successo e ha ispirato diversi altri sistemi, attivati da grandi aziende del settore, come Wal-Mart, Apple Store e Guess. Amazon, ad esempio, ha messo a disposizione dei clienti una sorta di conto corrente online, collegato alla banca o alla carta di credito del cliente. Il conto virtuale permette di fare una “promessa di pagamento” e il saldo avviene subito dopo aver ricevuto l’oggetto.

I vantaggi sono evidenti: evitare di pagare per merci difettate, scadute o non conformi alle descrizioni, fare acquisti senza il pericolo di truffe, frodi sui pagamenti online e possibilità di provare gli oggetti acquistati, tutt’ora uno dei grandi vantaggi del commercio tradizionale rispetto a quello elettronico. Un sistema di pagamento e scambio di merci che potrebbe rappresentare una fase completamente nuova della vita dell’e-commerce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.