abbandonano un sitoSviluppare un sito internet non è solo un’attività di tecnica o di creatività. È sempre più un’arte di ottimizzazione degli spazi (il modo in cui vengono impaginati i contenuti) e di ricerca dell’usabilità (il modo in cui viene usato il sito dagli utenti).

Per meglio fare comprendere come il nostro lavoro di web agency sia una ricerca del miglior equilibrio tra tecnica, grafica e impaginazione (per non parlare del posizionamento sui motori di ricerca) riportiamo un’interessantissima infografica sulle motivazioni che spingono gli utenti ad abbandonare un sito internet.

Molte delle indicazioni sono intuitive, ma nella nostra esperienza di creazione siti internet ed e-commerce ci siamo imbattuti spesso in richieste che andavano nella direzione opposta rispetto alle più basilari pratiche di programmazione.

Questa infografica serve quindi a chi desidera fare sviluppare un sito internet come “lista della spesa” per decidere come pianificarlo e farlo realizzare.

Ecco gli errori più frequenti:
– disperdere i link in più punti della pagina. I link vanno organizzati per raggruppamenti, menù, box di navigazione veloce. L’usabilità risente in modo particolare dell’errata disposizione dei link;
– inserire elementi grafici dissonanti con il resto del sito. La foto della festa aziendale rievoca bei momenti di aggregazione, ma al nostro utente interessa normalmente meno che zero, quindi le notizie con poca usabilità devono essere marginalizzate;
– spostare gli elementi canonici al di fuori delle zone in cui l’utente se li aspetta. Anche qui stiamo parlando delle basi dell’usabilità dei siti internt: il menu del sito va in alto o a sinistra, non in centro alla pagina; il motore di ricerca normalmente è in alto a desta, non in fondo alla pagina;
– troppi messaggi. Banner e box grafici non devono soverchiare i contenuti del sito. Vanno dosati con cura, senza affollare troppo la pagina. Soprattutto la zona “pubbicitaria” non deve occupare più spazio dei contenuti;
– uso eccessivo di pop-up, musica e video. È utile per l’utente vedere i video dell’azienda, ma deve poterlo fare in un’apposita pagina. Laddove non si aspetta contenuti multimediali, non ce ne devono essere;
– grafica noiosa. Colori e foto devono essere ben dosati, netti, incisivi. L’uso di materiale grafico e contenuti scadenti disincietiva il ritorno sul sito. Inolte sono da preferire soluzioni grafiche con contrasti netti e ben definiti, sono da evitare le sgranature e le spixellature;
– aggiornamenti rari. È comprensibile che non tutti abbiano sempre qualcosa da dire sul proprio sito, ma se le notizie escono ogni 2 anni sul sito, allora è più saggio non indicare la data dell’ultimo aggiornamento. Un sito internet non aggiornato è un sito che risulta morto o moribondo agli occhi dell’utente, le pagine “under construction” sono assolutamente da evitare;

PER VEDERE L’INFOGRAFICA CLICCA QUI